IL CIBO E L’INCONSCIO: presentazione del libro di Domenico Cosenza

L’eccesso nelle psicopatologie alimentari

Roma
Venerdì, 8 Marzo, 2019 – 20:30

Presentazione del libro
IL CIBO E L’INCONSCIO
Psicoanalisi e disturbi alimentari
di Domenico Cosenza
(FrancoAngeli)

Intervengono

Domenico Cosenza, psicoanalista SLP, AE, presidente EFP, docente IF

Antonello Correaleex primario psichiatra area II DSM ASL/ROMA2, psicoanalista membro ordinario Società Italiana di Psicoanalisi

Antonio Di Ciaccia, psicoanalista SLP, presidente IF, curatore e traduttore dell’Opera di Lacan in Italia

Coordina

Elda Perelli, psicoanalista segretaria SLP di Roma

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – INGRESSO LIBERO sino a esaurimento posti disponibili

Informazioni:
Luogo

Centro Congressi Cavour
via Cavour 50
Roma

Info 
Email: segreteria@istitutofreudiano.it
Tel. 06 6786703

Il volume segue lo snodarsi di un percorso di ricerca psicoanalitica sui disturbi alimentari che da oltre vent’anni interroga la pratica clinica con le pazienti che soffrono di anoressia, bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata e obesità. L’autore ne scandisce le tappe, in un tentativo continuo di messa in luce delle caratteristiche strutturali proprie di questo ambito della clinica contemporanea: il rifiuto dell’inconscio, la spinta all’eccesso, l’evitamento dell’angoscia, l’idolatria dell’oggetto di godimento, il controllo e la perdita di controllo sulle passioni del corpo, l’anestesia della parola, la ruminazione stereotipata attorno al cibo, il rigetto del trattamento. Questi sono solo alcuni dei grandi assi tematici che attraversano questo libro, a partire da un filo conduttore: l’orientamento di Lacan al campo dell’anoressia mentale, sviluppato ed esteso all’ambito dei disturbi alimentari. Un’attenzione speciale viene posta nel libro al tentativo di chiarificare il rapporto tra continuità e discontinuità nella psicopatologia dell’anoressia mentale dell’infanzia e dell’adolescenza, tenendo nel dovuto conto sia dell’ineludibile riferimento ai quadri della clinica strutturale, sia delle specificità proprie dell’epoca contemporanea, che non possono non riflettersi nelle nuove formazioni sintomatiche che la contraddistinguono. Queste considerazioni saranno accompagnate dalle indicazioni sul trattamento più proprie a queste forme della psicopatologia odierna, così refrattarie tanto a una psicoterapia di matrice ermeneutica, centrata sull’effetto di senso, quanto a una psicoterapia di matrice ortopedica, centrata sulla rieducazione cognitiva e comportamentale. La proposta che viene avanzata è quella di un orientamento analitico di nuovo genere, radicato nell’ultimo insegnamento di Lacan, che punta attraverso la parola nel suo statuto di atto a intervenire sul reale fuori senso al cuore del sintomo.

Iscrizione Evento