Convegno a Milano: LACAN e la Cina

 

Foto: MILANO - 17 E 18 ottobre 2013
LACAN E LA CINA
Giovedì 17 ottobre
Auditorium – Università degli Studi di Milano-Bicocca
Edificio U12 (via Vizzola 5)
9.00 Accoglienza
9.30 Saluti e presentazione
10.00-12.00 LA CINA DI LACAN
A. Di Ciaccia, Il Santo (shengren)
G. Flecher, “Ici résonne à vide le nom du pavillon”
A. Russo, Il vuoto intermedio
12.00-13.30 MENCIO
Chu Xiaoquan, L’interprétation lacanienne du chinois
F. Scherrer, De la calligraphie chinoise à l’écriture du noeud
borroméen
__________________________________________________________
13.30-15.00 PAUSA PRANZO
__________________________________________________________
15.00-16.30 ZEN
M. Raveri, Il desiderio è illuminazione: l’incontro di Lacan con il
Buddhismo Zen
D. Cosenza, Il dialettico, il morto e il maestro zen: figure
dell’analista in Lacan
16.30-17.00 VIDEOINTERVISTA A HUO DATONG
17.00-18.30 CLINICA LACANIANA IN CINA
J.-L. Gault, Une expérience clinique en Chine. Le symptôme et la
langue chinoise
P. Francesconi, L'oggetto immateriale, tra vuoto e mancanza
Venerdì 18 ottobre
Sala di Rappresentanza – Università degli Studi di Milano
(via Festa del Perdono 7)
9.30-11.30 SHITAO
C. Sini, Il tratto di Shitao
M. Ghilardi, Il gesto, lo sfondo, l'immagine
M. Bonazzi, L’unico tratto di pennello
11.30-13.00 TAO
G. C. Calza, Follia, eccentricità, genio: il caso di Han Shan
M. Paolillo, Estinzione e libertà: teoria ed esperienza mistiche nel primo Daoismo
A. Brandalise, Il Tao di Lacan
__________________________________________________________
13.00-14.30 PAUSA PRANZO
__________________________________________________________
14.30-16.30 LA RISONANZA OLTRE LA PAROLA
A. Lavagnino, Il cuore del segno
G. Kantzà, Dal tratto unario al cielo stellato
C. Pozzana, Suggerimenti lacaniani nella traduzione di poesia cinese
16.30-18.30 SEGNO, DISEGNO E LETTERA
E. Banfi, Forma e percezione delle “parole”: lingue alfabetiche e lingue logografiche a confronto
S. Pozzi, Tra-dire Lacan in Cina
D. Tonazzo, Dal segno al nodo

MILANO – 17 E 18 ottobre 2013
LACAN E LA CINA
Giovedì 17 ottobre
Auditorium – Università degli Studi di Milano-Bicocca
Edificio U12 (via Vizzola 5)
9.00 Accoglienza
9.30 Saluti e presentazione
10.00-12.00 LA CINA DI LACAN
A. Di Ciaccia, Il Santo (shengren)
G. Flecher, “Ici résonne à vide le nom du pavillon”
A. Russo, Il vuoto intermedio
12.00-13.30 MENCIO
Chu Xiaoquan, L’interprétation lacanienne du chinois
F. Scherrer, De la calligraphie chinoise à l’écriture du noeud
borroméen
__________________________________________________________
13.30-15.00 PAUSA PRANZO
__________________________________________________________
15.00-16.30 ZEN
M. Raveri, Il desiderio è illuminazione: l’incontro di Lacan con il
Buddhismo Zen
D. Cosenza, Il dialettico, il morto e il maestro zen: figure
dell’analista in Lacan
16.30-17.00 VIDEOINTERVISTA A HUO DATONG
17.00-18.30 CLINICA LACANIANA IN CINA
J.-L. Gault, Une expérience clinique en Chine. Le symptôme et la
langue chinoise
P. Francesconi, L’oggetto immateriale, tra vuoto e mancanza
Venerdì 18 ottobre
Sala di Rappresentanza – Università degli Studi di Milano
(via Festa del Perdono 7)
9.30-11.30 SHITAO
C. Sini, Il tratto di Shitao
M. Ghilardi, Il gesto, lo sfondo, l’immagine
M. Bonazzi, L’unico tratto di pennello
11.30-13.00 TAO
G. C. Calza, Follia, eccentricità, genio: il caso di Han Shan
M. Paolillo, Estinzione e libertà: teoria ed esperienza mistiche nel primo Daoismo
A. Brandalise, Il Tao di Lacan
__________________________________________________________
13.00-14.30 PAUSA PRANZO
__________________________________________________________
14.30-16.30 LA RISONANZA OLTRE LA PAROLA
A. Lavagnino, Il cuore del segno
G. Kantzà, Dal tratto unario al cielo stellato
C. Pozzana, Suggerimenti lacaniani nella traduzione di poesia cinese
16.30-18.30 SEGNO, DISEGNO E LETTERA
E. Banfi, Forma e percezione delle “parole”: lingue alfabetiche e lingue logografiche a confronto
S. Pozzi, Tra-dire Lacan in Cina
D. Tonazzo, Dal segno al nodo